Guadagnare facendo la cavia per farmaci

E’ davvero possibile guadagnare facendo la cavia umana per i farmaci?

Negli ultimi anni, si è sempre più spesso alla ricerca di nuovi lavori, che permettano di guadagnare in modo diverso dal classico impiego in ufficio. Tra questi, quello di lavorare come cavia umana per la sperimentazione di nuovi farmaci è sicuramente uno dei più interessanti ma, allo stesso tempo, rappresenta una scelta non priva di rischi. Va subito specificato che non tutti possono lavorare come cavia per la sperimentazione di farmaci visto che, quando si fanno questi test, i laboratori di ricerca chiedono dei modelli specifici, ossia richiedono ad esempio donne di una certa età o uomini che abbiano particolari caratteristiche necessarie al farmaco da sperimentare.

In linea di massima, tuttavia, la maggior parte delle persone che viene scelta per questo tipo di attività deve godere di ottima salute: per questo motivo, chi si offre per fare da cavia alla sperimentazione di farmaci viene sottoposto a controlli ed analisi del sangue per avere la sicurezza di rispondere ai parametri richiesti per la sperimentazione. Quando si entra nella lista di cavie di un determinato laboratorio, non si ha la certezza di essere sempre chiamati per ogni tipo di sperimentazione, ma si può essere chiamati più o meno spesso anche a seconda della disponibilità che si offre a testare particolari tipi di medicinali piuttosto che altri.

Guadagnare facendo la cavia per farmaci

 

Sicuramente, la prima domanda che ci si pone quando si viene a sapere dell’esistenza di questa possibilità di guadagno è quanto si possa realmente ottenere. Per questo va subito specificato che in Italia non è possibile guadagnare molto facendo da cavia ai laboratori di farmacologia perché questa attività non può essere svolta a pagamento. I laboratori di sperimentazione e gli ospedali italiani, infatti, effettuano test solo su pazienti volontari, ai quali viene al massimo offerto un rimborso spese per il raggiungimento del laboratorio o per un’eventuale giornata di lavoro persa. Si tratta comunque di cifre che si aggirano, in media, intorno ai 200 euro al giorno.
Chi vuole puntare ad un guadagno più elevato, invece, deve puntare a laboratori di sperimentazione esteri e cercare di entrare a far parte alle sperimentazioni farmacologiche in cui i rimborsi sono molto più elevati.

Come diventare una cavia umana

Molti laboratori di ricerca europei cercano continuamente persone disposte a sottoporsi a terapie sperimentali di durata variabile; queste vengono comunemente definite come cavie umane. Negli ultimi anni è diventato quasi di moda, per molti italiani del nord, recarsi in Svizzera per lavorare in questo senso. La nazione elvetica, infatti, ha pubblicato una serie di annunci in cui veniva richiesta la disponibilità, da parte di persone sane e giovani, a sottoporsi ad esperimenti che permettessero di comprendere il corretto funzionamento di nuovi prodotti farmaceutici. Anche in altre nazioni la richiesta di cavie umane avviene tramite annunci di selezione che possono essere pubblicati sui siti internet degli ospedali o delle cliniche in cui si effettuano tali sperimentazioni o su giornali cartacei o online di offerte di lavoro.
Le selezioni vengono fatte, come già accennato, tenendo conto dello stato di salute del candidato o di eventuali caratteristiche specifiche che possono dipendere dal tipo di farmaco che si deve sperimentare. La maggior parte dei laboratori che fa richiesta di cavie e garantisce interessanti guadagni (o meglio interessanti rimborsi spesa) si trova in Svizzera, negli Stati Uniti, in Francia e in Inghilterra. In questi paesi i volontari arrivano a guadagnare anche 300 euro in una sola giornata di sperimentazione.
In Italia, come già specificato, è vietato fare da cavia a pagamento, ma ci si può sottoporre a terapie e farmaci sperimentali in via volontaria.
Le cifre proposte per le singole sperimentazioni sono differenti a seconda dei casi e a seconda dei laboratori, e vanno solitamente dagli 800 ai 1200 euro. In casi specifici si può anche arrivare ai 2000 euro. Il significato di queste cifre è molto chiaro: una paga mensile per un lavoro che varia tra i tre e i sette giorni. Naturalmente, va specificato che durante i giorni di sperimentazione le cavie umane si devono sottoporre a una serie di controlli e di analisi che permettono di valutare eventuali reazioni ai diversi principi attivi che caratterizzano i medicinali. In taluni cicli sperimentali può essere richiesto di non mangiare per ventiquattro ore, in altri di seguire una dieta specifica: in ogni caso, le giornate in cui ci si trova sotto stretta sorveglianza sono giornate intense, durante le quali si è sempre obbligati a fare quanto richiesto dai medici e dai tecnici di laboratorio. Inoltre, è necessario comunicare al personale che è addetto al controllo continuo, eventuali effetti collaterali, dalla sonnolenza all’aumento della sudorazione, dal mal di testa al mal di pancia. Al termine dei test sperimentali, e sempre a seconda del tipo di farmaco utilizzato, può essere necessario un periodo di disintossicazione da effettuare seguendo le indicazioni fornite dai medici, ma senza che sia necessario restare in clinica o in ospedale.
Prima di iniziare la terapia sperimentale, infine, le cavie dovranno compilare e firmare una modulistica completa in cui dichiarano di essere a conoscenza del tipo di sperimentazione a cui stanno prendendo parte e degli eventuali rischi possibili.

Quanto conviene fare da cavia per i farmaci sperimentali?

Non sempre proporsi come cavia umana per la sperimentazione dei farmaci è conveniente. E non perché si corrono rischi anche mortali (per quanto di risonanza molto elevata, le morti per farmaci in via di sperimentazione sono rare) ma perché non è semplice diventare una cavia umana. Oltre a superare la selezione e a sperare di avere caratteristiche utili al tipo di farmaco da sperimentare, bisogna fare i conti con la reale necessità, da parte dei laboratori, di avere persone su cui testare i farmaci. Mentre fino a un paio di anni fa, ad esempio, le richieste erano molto elevate, negli ultimi due anni si è notato un elevato decremento delle necessità di avere cavie. Si tratta probabilmente solo di un periodo di stasi, legato al fatto che non sempre si sperimenta lo stesso numero di farmaci. La richiesta di un maggior numero di cavie corrisponde, solitamente, ai periodi di scadenza di brevetti che portano alla necessità di testare nuovi medicinali. Inoltre, va specificato che a seconda del tipo di farmaco che si testa, sia esso generico o un farmaco specifico, può essere richiesto un numero più o meno elevato di cavie umane.

Summary
Come Guadagnare Soldi Facendo la Cavia per Farmaci
Article Name
Come Guadagnare Soldi Facendo la Cavia per Farmaci
Description
Scopri come guadagnare soldi velocemente facendo la cavia per farmaci. Soldi facili facendo la cavia umana e sottoponendosi a test per i nuovi farmaci.
Author
Publisher Name
Guadagnare.info
Publisher Logo
testata - Guadagnare facendo la cavia per farmaci
Vai di fretta? Goditi il tuo Tempo!

Iscriviti Gratis

1 sistema di guadagno a settimana (per mail)
ISCRIVITI ORA
Rispettiamo la tua privacy sempre, riceverai solo articoli di qualità.
close-link