Come Guadagnare con la Ricostruzione Unghie

Ricostruzione Unghie: Come Guadagnare?

Una delle attività che negli ultimi anni ha scalato la vetta delle “più redditizie” è sicuramente legata al settore estetico, più in particolare alla ricostruzione unghie.

Moltissime persone intraprendono questo percorso, come lavoro principale o anche solo come hobby, frequentando corsi ed accademie specifiche; ma guadagnare con la ricostruzione unghie è un’utopia o realtà?

Fare soldi con la ricostruzione unghie o con il gel, è possibile, ma una volta finiti i corsi ed ottenute le dovute certificazioni si avrà la possibilità di mettersi in commercio per farne magari un lavoro vero e proprio; in ordine di mettersi in attività dovranno essere seguiti differenti ed obbligatori passaggi.

 

ricostruzione unghie

 

Vediamo insieme i passaggi necessari e gli ostacoli da superare:

 

La prima “difficoltà” sarà con la legge e la incontrerete appena finiti i corsi; in Italia infatti, la professione dell’onicotecnica non è ancora attualmente riconosciuta dalla legge.
L’unica regione in Italia ad aver preso provvedimenti volti alla tutela di questa figura è, ad oggi, il Lazio dove saranno necessarie 200 ore di corso certificate da scuole accreditate per essere riconosciuti come onicotecnici.

Corsi Nail Art!

 

Questo significa che nel resto d’Italia, per poter svolgere questa attività, sarà necessario conseguire la qualifica di estetista e, successivamente in aggiunta la specializzazione.
Non essendo riconosciuta dalla legge, la figura di onicotecnica non possiede nemmeno un codice di identificazione presso la camera di commercio, dunque, se non sei estetista in primis, nessun centro estetico potrà assumerti.

Ricorda: La pubblicità più efficace viene da i vostri lavori.

 

Il primo passaggio importante per avvicinarvi ad un guadagno concreto sarà quello di incrementare quanto più possibile la quantità dei vostri clienti, ma come fare?

Parola chiave: professionalità!

Proporsi al cliente in maniera impeccabile ed eseguire lavori buoni e soprattutto puliti, è il miglior modo per risultare “degno di fiducia” ed attirare sempre più clienti.
Una volta creata una piccola cerchia di clienti fissi, non vi resterà che mantenere professionalità, pulizia e impegno costanti ed attendere che i vostri clienti fungano da sponsor per voi, consigliandovi ai loro conoscenti che faranno altrettanto.

Altro aspetto fondamentale da non sottovalutare è il grado d’igiene della vostra postazione di lavoro e degli strumenti che utilizzerete, anche se lavorate a casa; fate attenzione a pulire ogni strumento prima e dopo ogni lavoro, con antibatterico in spray e assegnare, in buste separate e personalizzate con i nomi dei clienti, lime personali per ognuno.

 

Importante: Ricorda di indossare sempre i guanti.

 

Essere il capo di noi stessi ci da la possibilità di essere flessibili ed andar incontro alle esigenze dei clienti in base ad orari di lavoro, impegni ecc. e questo è certamente un vantaggio.

Terzo passaggio: non svalutate voi stessi tramite la svendita del vostro lavoro; questo potrebbe avvenire se il vostro listino prezzi fosse troppo basso (es. 10 euro).
I materiali di ottima qualità costano, così come il servizio che rilasciate e le ore che impiegate per ultimare il lavoro, quindi il consiglio è quello di stilare una lista delle spese che affrontate per il materiale e sommatelo al netto base del lavoro per 1 ora, che corrisponde a € 4,00.

Il passaggio numero 4 consiste nel continuare a coltivare la vostra creatività e gli aggiornamenti nel settore, in modo estremamente costante, anche dopo aver preso gli attestati di certificazione.

In lavori come questo non ci si può mai fermare, poiché le tecniche, i materiali e soprattutto la moda, sono in costante evoluzione e cambiamento; è quindi indicato rimanere sempre aggiornati ed imparare sempre qualcosa di nuovo.

Ricordatevi di non standardizzare il vostro lavoro ma di renderlo il più fantasioso e personalizzato possibile, i clienti apprezzeranno!
Anche se la richiesta del cliente dovesse essere semplice e sempre la stessa (es. french bianco classico) voi potete proporre un dettaglio, magari anche piccolo, per rendere il vostro lavoro personale ed unico.

A questo punto non vi resta che creare i vostri biglietti da visita (ottimo modo per farvi pubblicità) e iniziare a distribuirli in punti vendita, ai vostri clienti, in erboristerie ecc.

 

Hai la passione per la Nail Art e non sai a chi rivolgerti?

Clicca qui per trovare dei corsi certificati!