Guadagnare con E-bay

Come guadagnare onestamente e velocemente su eBay

eBay è un sito conosciuto da tutti. Si tratta sicuramente del più celebre sito di aste non solo in Italia, ma in tutto il mondo. La maggior parte degli utenti di questo sito sa bene come fare soldi con eBay vendendo oggetti, abbigliamento, accessori e molto altro partecipando ad aste più o meno convenienti e competitive.

Tuttavia, va sottolineato che negli ultimi tempi sono nati molti competitors, ossia altri siti che permettono di effettuare vendite, aste e annunci e, soprattutto, siti che permettono un guadagno maggiore perché non prevedono commissioni sulle vendite. La domanda che in molti si pongono, allora, è se sia ancora conveniente scegliere eBay per guadagnare, se vi siano trucchi per guadagnare di più o, comunque, quali siano le strade più convenienti per continuare a utilizzare il celebre sito di aste per trarre un profitto.

Va subito specificato che, più che di trucchi, si può parlare di strumenti o modalità di vendita, che permettono un guadagno/i eBay differente e, quindi, da valutare a seconda degli interessi e delle necessità. Quello che si può sottolineare è che, in ogni caso, per assicurarsi un guadagno costante con questo sito di aste è necessario essere altrettanto costanti nel suo utilizzo: solo in questo modo, tra le vendite e le affiliazioni è possibile rendere eBay una fonte di guadagno sicura e costante.

SAN JOSE, CA - JANUARY 22: A sign is posted in front of the eBay headquarters on January 22, 2014 in San Jose, California. eBay Inc. will report fourth quarter earnings today after the closing bell. (Photo by Justin Sullivan/Getty Images)

Come funziona eBay

Per comprendere come guadagnare con eBay è necessario aver ben chiaro quale sia il funzionamento di questo sito di aste. Per prima cosa, eBay richiede un’iscrizione, da effettuare online tramite compilazione di campi obbligatori e non. Si può scegliere una tra due differenti modalità di iscrizione, ossia quella privata e quella business. La prima è indicata per quanti effettuano aste per vendere oggetti propri che non usano più o che non hanno mai usato. Aprire un account di questo tipo è gratuito e permette di effettuare un numero limitato di inserzioni mensili (al momento cinquanta). Eventuali inserzioni successive devono essere pagate. Si tratta di un prezzo relativamente basso, ma che è stato ideato per definire bene la differenza tra l’account privato e quello business. Va tuttavia specificato che per ogni vendita, eBay trattiene il 10% di commissioni.

Un account business, invece, viene utilizzato soprattutto da quanti usano il sito di aste per vendere in maniera regolare oggetti che vengono acquistati appositamente per il commercio. Si tratta quindi di utenti che hanno intenzione di guadagnare tramite la vendita su eBay, ossia che effettuano acquisto di oggetti di vario tipo con lo scopo di rivenderli all’asta. In questo caso, gli utenti business pagano un prezzo di trenta centesimi per ogni inserzione mentre le commissioni sono più basse rispetto al profilo privato variando, a seconda del settore di vendita, tra il 4% e il 9%. Va sottolineato che nel caso di apertura di account business è necessario aprire anche una partita IVA per regolarizzare la propria posizione rispetto al fisco. In tal caso, eBay fornirà per ogni vendita regolare fattura.

Aprendo un account personale, il guadagno che si può prevedere è in linea di massima molto ridotto, ossia relativo a vendite occasionali. Quando si parla di guadagnare con eBay si punta soprattutto agli account business. Questo non solo perché permettono un maggiore numero di inserzioni e quindi di vendita, ma anche perché offrono una serie di servizi aggiuntivi, che garantiscono la possibilità di controllare, gestire e promuovere le proprie attività di vendita. Quando si parla di eBay, infatti, si parla in maniera generica del sito di aste, ma in realtà esso è costituito da tre settori principali presso i quali gli utenti possono mettere in vendita i propri prodotti. Se gli utenti privati, infatti, hanno la possibilità di vendere i propri oggetti solo su quello che viene definito il negozio base, gli utenti business possono optare per il negozio Premium e per quello Premium plus che, pur costando di più mensilmente, assicurano una serie di servizi aggiuntivi che permettono anche di guadagnare senza vendere. Questi negozi, infatti, garantiscono diversi servizi, possibilità di affiliazione e, oltre alle pubblicazioni di annunci in tutto il mondo, offrono un servizio di newsletter ai clienti e un tot numero di inserzioni gratis in determinati settori.

Guadagnare con eBay: l’affiliazione

Una delle possibilità di profitto con eBay è quella di poter usufruire di un programma di affiliazione. I programmi di affiliazione permettono di trarre profitto tramite link sponsorizzati che vengono inseriti sulla propria pagina social, web o sul proprio profilo di eBay e che rimandano all’acquisto di altri prodotti in vendita su eBay. Le affiliazioni garantiscono il guadagno di una piccola percentuale sui ricavi che eBay ottiene da prodotti venduti ad utenti che sono arrivati all’acquisto tramite il link sponsorizzato. Tuttavia, va specificato che per poter fare uso di link sponsorizzati, l’utente eBay deve essere in possesso di una serie di requisiti. Il primo è quello di essere un buon venditore, onesto, serio e professionale. eBay, infatti, prevede una sorta di punteggio per i venditori, che vengono giudicati dagli acquirenti tramite feedback.

Per ogni asta effettuata, quindi, venditori e acquirenti possono rilasciare dei commenti per evidenziare l’andamento dell’affare, ossia se gli oggetti venduti erano realmente corrispondenti a quanto descritto, se l’imballaggio per la spedizione era protettivo e quindi l’oggetto in questione era sicuro durante il trasporto, se il pagamento è avvenuto in maniera lineare, precisa e senza intoppi e molto altro. Avere un gran numero di feedback positivi per un venditore è fondamentale, perché permette di essere riconosciuto come affidabile e sicuro. Inutile sottolineare che un nuovo utente tenderà ad acquistare soprattutto da venditori con un elevato numero di feedback positivi che non da uno senza alcun riscontro o con commenti poco convincenti. eBay (come qualsiasi altro sito che utilizza questo strumento) punterà a scegliere, per i propri link sponsorizzati, soprattutto venditori molto attivi e con ottimi feedback. Va comunque sottolineato che oltre al guadagno di percentuali sull’acquisto, per alcuni prodotti è anche possibile guadagnare buoni di valore differente a seconda del tipo di prodotto, del brand e del periodo.

Per informazioni più dettagliate leggi la nostra guida su come guadagnare con eBay partner network!

Segnalibro e Share
Vai di fretta? Goditi il tuo Tempo!

Iscriviti Gratis

1 sistema di guadagno a settimana (per mail)
ISCRIVITI ORA
Rispettiamo la tua privacy sempre, riceverai solo articoli di qualità.
close-link
Se scopriamo nuove opportunità di Guadagno?
Puoi rimanere sempre aggiornato semplicemente lasciando la tua email
Iscriviti Gratis
newsletter