Guadagnare riqualificando oggetti usati e vendendoli

Ricicla oggetti usati e rivendili

Negli ultimi anni, complice la lunga crisi economica che ha attanagliato l’Italia, è tornato di moda riparare e riciclare oggetti usati dando loro nuova vita. Libri e dispense che suggeriscono le molte possibilità di riciclo sono facilmente reperibilli nelle librerie e presso le edicole e molte persone hanno ritrovato la creatività che permette di reinventare oggetti usati per scopi sempre differenti.

In molti casi, il riciclo di oggetti usati viene effettuato semplicemente per uso personale, ossia per dare nuova vita a contenitori, abiti, bottiglie, pallet eccetera. In altri casi, invece, il riciclo è stato visto come una possibile fonte di guadagno, che ha permesso a diversi piccoli artisti dell’usato di creare una vera e propria attività commerciale in questo settore. Le possibilità, infatti, sono veramente molte e probabilmente l’unico limite è solo la fantasia.
riqualificare 300x132 - Guadagnare riqualificando oggetti usati e vendendoli

Ma come fare i soldi riciclando vecchi oggetti e materiali usati?

Se si intende iniziare una vera e propria attività nel settore del riciclo di oggetti vecchi si deve per prima cosa considerare che non si può improvvisare niente. Bisogna infatti prevedere un primo investimento acquistando colle, colori e vernici, pennelli e tutto quello che può servire per la propria attività che, va subito sottolineato, può essere più o meno impegnativa a seconda degli oggetti che si utilizzano per il riciclo e quindi del genere in cui si opera.

Ad esempio, molto apprezzato è il riciclo di oggetti per la realizzazione di elementi d’arredo per interni o per esterni. Bancali e copertoni d’auto sono tra gli elementi più selezionati per creare interessanti arredi che permettono anche di assicurare un pieno rispetto dell’ambiente. I pallet o bancali possono essere utilizzati per scopi differenti, dalla realizzazione di tavolini e scrivanie da lavoro a divani tipo futon, da panche per esterno fino a vere e proprie strutture per letto. La bellezza di queste realizzazioni, naturalmente, dipende molto sia dalla fantasia di chi vi lavora sia dai materiali accessori che vengono utilizzati, dai colori e da eventuali accessori che vengono associati ad essi.

Anche i copertoni sono molto apprezzati tra i materiali di riciclo e, dopo un attento e accurato lavaggio, possono essere dipinti di colori lucidi o opachi a seconda dei gusti e trasformati in moltissimi elementi d’arredo, da tavolini a puff, da cuccia per animale domestico a fioriere per il balcone, il terrazzo o il giardino.

Quanto si guadagna riciclando e rivendendo oggetti usati?

Come si può immaginare questa domanda è molto complessa e dipende da una serie di fattori. Per poter guadagnare con il riciclo è necessario lavorare bene, perché la concorrenza è molto elevata, ma anche e soprattutto perché nessuno comprerebbe un oggetto riciclato male, che si rovina in poco tempo o addirittura si rompe al primo utilizzo.

Inoltre, anche il genere di materiale che si ricicla e quindi il tipo di oggetti che si produce è di primaria importanza per comprendere quale sia la possibilità di guadagno. Ad esempio: realizzare una cuccia per cani o gatti con un copertone d’auto verniciato e abbellito con un cuscino che assicuri la massima comodità al cucciolo di casa prevede un lavoro molto semplice, per cui il prezzo da richiedere non potrà mai competere con un divanetto realizzato con un pallet per il quale il lavoro di pulizia, montaggio e verniciatura richiede molto più tempo.

Inoltre, il guadagno dipende dall’eventuale specializzazione: alcune persone, infatti, sono specializzate nel riciclare specifici oggetti, che vanno dalle bottiglie di vetro o a quelle di plastica, dalle lattine vuote ai tappi di sughero. Queste persone riescono a guadagnare soprattutto sulla quantità, realizzando spesso piccoli accessori d’arredo, bomboniere ecologiche e oggetti di uso quotidiano. In altri casi, invece, si ricicla quello che capita e si possono quindi alternare la realizzazione di oggetti di più ampie dimensioni come librerie, tavolini o altri elementi d’arredo a realizzazioni di oggetti di piccole dimensioni.

Vendita a casa di oggetti usati, nei mercatini o online

Naturalmente, per poter guadagnare dal riciclo è necessario avere un giro di clienti: se si ha una bottega o un negozio, il problema non sussiste, visto che con una buona pubblicità è possibile comunicare la propria attività di riciclo e crearsi una certa clientela. Se non si ha la possibilità di aprire la propria bottega del riciclo, è invece molto semplice partecipare ai diversi mercatini rionali e comunali che vengono organizzati in particolari periodi dell’anno in moltissimi comuni italiani e non. In queste sedi, i piccoli artigiani possono vendere i propri prodotti anche senza avere partita IVA, semplicemente facendo richiesta agli uffici comunali competenti.

Un’altra possibilità molto conveniente e di gran successo negli ultimi tempi è invece quella di vendere oggetti di seconda mano/usati da casa online. Questo tipo di attività è molto semplice e, dal punto di vista economico, può essere molto remunerativo visto che la platea che si può raggiungere è molto più vasta rispetto a qualsiasi mercatino.

Per vendere i propri oggetti online è però necessario realizzare un sito internet o avere una propria pagina su un social network o, ancora, iscriversi a uno dei tanti siti di vendita online che permettono alle persone di mettere in vendita prodotti nuovi o usati. In tutti i casi, per garantire la migliore visibilità dell’oggetto in vendita è necessario realizzare delle foto che permettano di vedere l’oggetto sia nella sua interezza che in dettaglio, facendo attenzione ad evidenziare punti specifici di maggiore pregio. Inoltre, può essere utile una descrizione dei materiali utilizzati, che permetta di comprendere come è stato realizzato il prodotto in questione. Il prezzo di ogni singolo oggetto nella maggior parte dei casi dipende soprattutto dal lavoro che si è effettuato per realizzarlo visto che, nella maggior parte dei casi il costo degli elementi costitutivi è quasi nullo. Si può quindi dire che, se si vuole guadagnare qualcosa per arrotondare il proprio stipendio o se si vuole inventare una vera e propria professione nel settore del riciclo, la parola d’ordine può essere: riqualifica oggetti usati e vendili!

Vai di fretta? Goditi il tuo Tempo!

Iscriviti Gratis

1 sistema di guadagno a settimana (per mail)
ISCRIVITI ORA
Rispettiamo la tua privacy sempre, riceverai solo articoli di qualità.
close-link