Rimborsi Tasse Universitarie: Come Ottenerli?

Come Ottenere un Rimborso sulle Tasse Universitarie?

L’iscrizione all’università può costare un po’ ma esiste sempre la possibilità di ottenere rimborsi per le tasse universitarie e usufruire di interessanti agevolazioni, per risparmiare sulla retta da pagare. Vediamo come fare per continuare a studiare ciò che ci appassiona senza spendere cifre esorbitanti e recuperare qualche soldino attraverso i rimborsi universitari.
Tutti gli atenei offrono agli studenti vari modi per pagare meno tasse, beneficiare di borse di studio e sconti notevoli sulla retta, occorre solo muoversi per tempo, rispettare le scadenze, restare sempre aggiornati e presentare la documentazione corretta.

Rimborso Tasse Universitarie E 730

Le spese sostenute per le tasse universitarie ma anche per master e corsi di specializzazione, possono essere portati in detrazione fiscale con il 730 o la dichiarazione dei redditi. Quando si compila la dichiarazione va inserito l’importo pagato e si ha diritto ad una detrazione Irpef del 19%. La spesa può essere portata in detrazione da chi l’ha effettivamente sostenuta, ad esempio i genitori se lo studente non lavora ancora. Il vantaggio in questi casi è duplice: si può avere una riduzione dell’aliquota fiscale da pagare oppure si ottiene un credito di imposta e si ha diritto al rimborso da parte dello stato di una percentuale delle tasse pagate.

Una bella opportunità no? Le agevolazioni fiscali possono essere richieste anche se lo studente è fuori corso, si possono portare in detrazione anche le sopratasse per dare l’esame di laurea e laRimborsi Tasse Universitarie 730 retta di iscrizione ai corsi pre-universitari per superare il test d’ingresso alla facoltà.
Le università mettono a disposizione riduzioni e rimborsi delle tasse per merito, per chi studia con profitto e ottiene buoni voti.

Se ci si laurea con 110/110 e non si è mai andati fuori corso, è possibile ottenere il rimborso totale delle tasse pagate nell’ultimo anno di studio. Lo sconto vale sia per la laurea triennale che per quella magistrale. Per ottenere il rimborso, devi fare domanda subito dopo la laurea presentando la richiesta presso la segreteria studenti di facoltà. Attenzione però i tempi di scadenza per la richiesta del rimborso dopo la laurea sono stretti, conviene darsi subito da fare. E’ possibile usufruire di questi vantaggi sin dal primo anno di iscrizione universitaria.

Ad esempio se si ottiene un buon voto all’esame di maturità, si ha diritto ad una tariffa agevolata o persino essere del tutto esonerati dal pagamento della rata di immatricolazione all’università. Se alla fine dell’anno accademico, tra agosto e settembre, hai ottenuto un buon numero di CFU, crediti formativi universitari e hai una buona media esami, tra li 27 e il 28, puoi richiedere il rimborso delle tasse universitarie per merito. Anche qui ti consigliamo di controllare bene il regolamento interno di ogni ateneo perché potrebbero esserci delle piccole differenze sul numero di CFU richiesti o la media ponderata degli esami. Questa è un’occasione da non perdere, se ti impegni nello studio, l’università ti restituisce quanto pagato durante l’anno per iscrizioni e rate!

Ogni ateneo cerca di venire incontro alle esigenze dei propri studenti offrendo borse di studio e sovvenzioni speciali. Tra le agevolazioni più importanti ci sono le borse di studio finanziate dalle regioni. Per partecipare al bando di concorso occorre informarsi presso gli uffici o sul sito internet del Diritto allo Studio regionale. Ogni università prevede poi finanziamenti speciali per merito e borse di studio internazionali. Controlla sempre il sito web della tua facoltà per vedere le novità sui fondi disponibili e capire come fare domanda per entrare in graduatoria.
Il sistema di assegnazione delle borse di studio non cambia molto da ateneo a ateneo: occorre avere una buona media di voti e presentare un’attestazione di reddito familiare ISEE. Molte università offrono borse di studio anche per gli studenti con un reddito ISEE alto.

Se hai fatto domanda per ottenere una borsa di studio, un’agevolazione o un esonero delle tasse ricorda che nella maggior parte dei casi dovrai comunque pagare la prima rata per l’anno accademico. Una volta ottenuta la borsa, l’ufficio competente provvederà a rimborsarti gli importi pagati. Se c’è una rata in scadenza infatti e ancora non hai avuto l’esito della graduatoria, dovrai comunque saldare l’importo per non incorrere in una mora per ritardato pagamento. La maggior parte delle borse di studio funzionano tramite rimborso perché i tempi per la formazione delle graduatorie sono abbastanza lunghi.

Infine se ti rendi conto di aver pagato tasse universitarie non dovute, niente panico, puoi fare domanda presso la segreteria studenti del tuo ateneo e se dovuto, riceverai il rimborso.